Filippine

Per quanto risulta dalle ricerche finora condotte dalla nostra associazione, la più antica traccia documentaria della presenza della devozione per sant’Emidio nelle Filippine risale al 5 agosto 1836. In questa data un diario privato della famiglia Roco di Manila registrava la nascita di un bambino battezzato nella parrocchia di Santa Cruz de Manila con i nomi di Joaquín Emigdio. La consuetudine di imporre il nome Emigdio ai bambini nati o battezzati il 5 agosto sembra diffusa nelle Filippine: un caso per tutti (individuato in rete) è quello del fotografo Emigdio (Mydio) Paredes Sedon (5 agosto 1918-3 febbraio 1987) originario della città  di Carcar (provincia di Cebù). La presenza nel calendario liturgico filippino della festa di «San Emigdio Obispo y Mártir patrono contra temblores», celebrata il 5 agosto, è attestata da pubblicazioni del 1873 e del 1905. Si ha inoltre notizia di almeno tre statue di sant’Emidio, rispettivamente conservate nel  San Agustín Museum di Intramuros (Manila), a Carcar e nella chiesa di San Miguel Arcángel a  Jagna, località portuale situata sulla costa meridionale dell’isola di Bohol, la decima in ordine di grandezza nell’arcipelago delle Filippine. La devozione per sant’Emidio è attestata a Jagna fin dal 1852.

Riferimenti bibliografici
Arnold Carl, 2011. San Miguel Arcángel, Jagna, http://www.flickr.com/photos/arnoldcarl/6002017595/
José Rizal, 1905. Kalendariong tagalog ni José Rizal, [Manila].
Juan de Dios Emeterio de Roco, 1893 ca. The Rocos of the Philippines (Translated by Facundo Jesus Sagarbarria Roco on 31 December 1995), http://www.rocofamily.info/docs/rocohist.htm.
Mariano Cuartero y Medina, Lorenzo Flores, 1873. Bachandi sang cristiano con Catilingban sang Mgapagampo nga guinpanagbuhat sang ilmo. Sr. Obisponga si D. Fr. Mariano Cuartero y Medina cag; sang presbitero ng si D. Lorenzo Flores, Manila [s.n.] Imp. del Colegio de Santo Tomás.

Annunci